Ultima modifica: 19 Ottobre 2021

Funzioni dei soggetti coinvolti nei Percorsi per le Competenze Trasversali e  per l’Orientamento (PCTO)

Compiti e responsabilità dei docenti e degli alunni coinvolti

Logo Stato

Istituto d’Istruzione Superiore “E. Majorana – A. Cascino”

Piazza Sen. Marescalchi, n. 2 – 94015 Piazza Armerina
Tel. 0935 684435 – 0935 681982 (Industriale-Turistico-Liceo Classico)  –   0935 573726 – 0935 85231  (Liceo Scientifico)
e-mail: enis00700g@istruzione.it – pec: enis00700g@pec.istruzione.it
C.F. 80001140864 – Cod. Mecc. ENIS00700G – www.itispiazza.edu.it

Circolare n. 44 – a.s. 2021/2022

 

Piazza Armerina 19/10/2021

 

Ai Docenti
Agli Alunni
Al sito WEB

 

Oggetto: funzioni dei soggetti coinvolti nei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) 

La legge n.145/2018 ha modificato la disciplina dei percorsi di alternanza scuola lavoro, denominandoli “Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento” e prevedendo una durata complessiva di 150 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno negli istituti tecnici, e una durata complessiva di 90 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno nei licei. La partecipazione degli studenti a tali percorsi e il raggiungimento delle ore complessive previste è requisito necessario al fine di poter accedere all’esame finale, così come disposto dal Dlgs 62/2017 sugli Esami di Stato.

Negli ultimi due anni, a causa della pandemia, sono state previste deroghe a tale disposizione. I PCTO, tuttavia, non hanno perso per questo la loro valenza. Le ordinanze ministeriali che hanno previsto tali deroghe hanno anche disposto che l’esperienza dei PCTO, svolta durante il percorso di studi sulla base del “percorso personale”, va integrata nella fase di discussione dell’elaborato concernente le discipline “caratterizzanti”.

Nell’anno scolastico in corso si prevede un lento ritorno alla normalità e, quindi, la possibilità che i PCTO possano svolgersi anche in presenza, oltre che in forma digitale. Non è dato prevedere se ci saranno deroghe, anche in considerazione dell’emergenza sanitaria vissuta nei due anni precedenti dalle attuali classi quinte. Ragion per cui è necessario che la programmazione dei PCTO abbia come obiettivo il raggiungimento, da parte di tutti gli studenti di quinta, delle ore previste dalla normativa.

 

Compiti del docente referente PCTO e Apprendistato di primo livello:

  • Contatti con Enti esterni
  • Assistenza nella elaborazione della documentazione
  • Supporto informativo
  • Progettazione VET

 

Compiti dei docenti tutors PCTO e Apprendistato di primo livello:

  • Controllare che gli studenti abbiano svolto il corso sulla sicurezza sulla piattaforma http://www.alternanza.miur.gov.it/inizia-subito.html (accessibile solo da pc). Il corso è indispensabile prima di iniziare qualunque attività di PCTO, sia all’interno della scuola, sia all’esterno
  • Contatti con Enti
  • Predisposizione della documentazione necessaria (convenzione, patto formativo, foglio delle presenze, certificazione delle competenze); la convenzione, in particolare, va sottoposta in via pregiudiziale all’attenzione della Dirigente, che, prima di apporre la firma, ne valuta la coerenza con il PTOF
  • Monitoraggio del comportamento degli studenti durante lo svolgimento dei PCTO e delle esperienze di Apprendistato
  • Archiviazione dei documenti relativi ai PCTO e all’apprendistato svolti
  • Comunicazione degli esiti al consiglio di classe
  • Inserimento di tutti i dati nella piattaforma http://www.alternanza.miur.gov.it/inizia-subito.html (accessibile solo da pc). Tale inserimento va effettuato al termine di ogni esperienza di PCTO o di Apprendistato per ogni studente della classe; si precisa che i tutors delle classi quarte e quinte dovranno inserire i dati relativi agli anni precedenti e ancora mancanti, in quanto tutti i dati devono confluire nel curriculum dello studente, accessibile alla Commissione d’Esame.

 

Compiti del consiglio di classe:

  • Approva le proposte di PCTO e di Apprendistato provenienti dai diversi componenti il consiglio
  • Definisce i criteri di valutazione delle competenze acquisite
  • Valuta le competenze acquisite
  • Monitora le attività svolte dagli studenti BES/DVA

 

Le attività di PCTO possono essere svolte in presenza o in modalità digitale. Se sono svolte all’esterno è necessario il green pass. Quelle che vengono riconosciute sono:

  • Laboratori presso la scuola organizzati da Enti esterni
  • Imprese simulate
  • Attività svolte in collaborazione con associazioni culturali, associazioni di volontariato o enti del terzo settore
  • Attività svolte in collaborazione con enti pubblici
  • Attività svolte in collaborazione con imprese o studi professionali

 

La sicurezza nei luoghi delle esperienze PCTO

Gli studenti sono assicurati contro gli infortuni sul lavoro presso l’INAIL, mediante la speciale forma di “gestione per conto dello Stato” prevista dal combinato disposto degli artt. 127 e 190 del D.P.R. n. 1124/1965 e regolamentata dal D.M. del 10 ottobre 1985. Per tutti gli altri tipi di infortunio e per i danni a terzi l’Istituto ha sempre stipulato un contratto di assicurazioni che copra questo tipo di rischi.

 

Gli studenti destinatari

  • Tutti gli studenti delle classi del triennio
  • Gli studenti BES/DVA, secondo il loro piano educativo personalizzato. Le attività, monitorate dall’intero consiglio di classe, devono essere finalizzate alla promozione della loro autonomia e all’inserimento nel mercato del lavoro

Gli studenti devono firmare il patto educativo e rispettare tutti gli obblighi in esso previsti. Se le attività si svolgono in orario scolastico, sono considerati fuori classe.

 

LA  F.S. REFERENTE PCTO
Prof.ssa   Leonarda Mariggiò

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Lidia Di Gangi
(Firma autografa sostituita a mezzo stampa, ai sensi dell’art.3, comma 2, del D. Lgs n. 39/93)